La Rinoplatica Secondaria Roma

Con questo termine si intendono , come per altri interventi di chirurgia estetica, quei casi già sottoposti a un primo intervento, in genere con risultati estetici o funzionali insoddisfacenti o addirittura deformanti.

Si può pianificare una RINOPLASTICA SECONDARIA (terziaria, ecc.) ? Solo parzialmente, solo in linea di massima , mai completamente .

I motivi sono essenzialmente tre : prima di tutto, la già grande variabilità dell’anatomia nasale normale è alterata o distrutta dal precedente intervento e dalla contrazione cicatriziale. Inoltre, soltanto al momento dell’intervento il chirurgo potrà effettivamente rendersi conto della situazione , spesso molto differente dal previsto e questo può portare a cambiare radicalmente il programma di massima fatto preoperatoriamente.

Infine, la varietà delle situazioni che si incontrano in una rinoplastica secondaria (o più) è praticamente infinita e solo con l’esperienza di migliaia di casi operati , il chirurgo può districarsi di fronte alle differenti situazioni e adattare le più sofisticate tecniche operatorie al singolo caso.

Il Prof. Tilesi Chirurgo Plastico , Otorinolaringoiatra e Microchirurgo, ha eseguito in oltre 30 anni di carriera più di 11000 interventi dei quali oltre 4000 sono rinoplastiche primarie e secondarie, in strutture pubbliche e private.

L’abilità del chirurgo e l’enorme esperienza accumulata costituiscono, come per ogni operatore, i requisiti fondamentali per affrontare una RINOPLASTICA SECONDARIA a Roma.

Condividi

Facebook
WhatsApp
Email
Twitter
LinkedIn